“Natale” fa rima con “distanziamento sociale”?

Il mercato dovrebbe chiedere a Babbo Natale, se le sue Renne e i suoi folletti fabbricatori di giocattoli, se sono in fabbrica, oppure in un reparto di terapia intensiva…poi vediamo cosa deve essere salvato per prima!

Leggi di più

Il lavoro smarrito nella città 3.0

La città del lavoro smarrito.

Gli attuali processi di affermazione del lavoro dei servizi, (chiamato settore terziario) da tempo produce effetti contrastanti, ma nessuno può smentire i suoi risultati. Di fatto la città dei servizi e del divertimento  restringe il mercato del lavoro metropolitano, e riduce i posti di lavoro nella produzione di beni finiti, parliamo di settori che in passato garantivano una alta intensità occupazionale, mentre non crescono in maniera altrettanto significativa i posti di lavoro nei servizi. Questa contraddizione per troppo tempo non analizzata, oggi ritorna e si acuisce nelle sue forme di inclusione o esclusione sociale,  travolge e stravolge la vita di individui e intere comunità urbane. Vediamo Come l’architetto Petrillo si occupava del fenomeno circa 20 anni fa. 

Leggi di più

I funerali di Berlinguer, il ricordo di Roberto Catracchia

Quella generazione politica sapeva quello che i radical chic 2.0, hanno dimenticato da tempo. Si deve lottare anche se non vedremo realizzati i nostri ideali durante la nostra vita. Il capitalismo ha oltre 500 anni di storia e il suo controllo sulla società, il suo esercizio del potere, le sue strategie non spariscono per magia. La marcia per una società di liberi e eguali è lunga, ma vale sempre la pena andare avanti in quanto nulla nasce e nulla muore d’incanto.

Leggi di più