Il municipio della sagra della porchetta.

Amiamo la porchetta, amiamo l’estate romana, ma santa pazienza, litigare a questo livello, fa emergere nella cittadinanza solo sentimenti di  stupore e amarezza.  Intanto la linea metro C passa ogni 40 minuti, i rifiuti sono li lasciati sull’asfalto delle nostre strade ad abbronzarsi per l’estate in arrivo, i servizi pubblici essenziali di ogni livello sono denudati di personale e risorse.  In questo contesto di crisi urbana, ci viene spontanea una domanda: Ma questa presunta classe dirigente, in quale mondo vive!

Leggi di più

Il Trono di spade approda in sesto municipio

Morale della storia: Caro Gualtieri, al netto dei tempi di rodaggio della tua giunta, è arrivato il momento di stabilire quali rapporti avrai con la destra centro locale (gestionali-amministrativi) e quali discriminanti costituzionali attuerai per tutelare la democrazia nel nostro territorio? Siamo ancora più chiari: tutti i fondi impegnati per questo municipio devono diventare servizi, cantieri, opere, e nessuno si deve mettere di traverso (leale rapporto istituzionale tra le parti) sui valori nessun cedimento e nessuno spazio in chi non si riconosce nei valori fondanti della nostra repubblica e dello statuto del comune di Roma.

Leggi di più

Costituzione VS era digitale

Lavoreremo tutti per una macchina intelligente o sarà quella macchina a essere usata da persone intelligenti?
NATURALMENTE, Per noi il problema non era il robot, ma l’uso capitalistico del robot. Non siamo luddisti, non ci battiamo per la distruzione delle macchine, ma anche in questo campo dell’innovazione vediamo che: Se anche la natura agisce in forma dialettica, il sapere digitalizzato non può eludere il confronto e lo scontro dialettico nel suo processo di sviluppo. L’eccessiva specializzazione si trasformerà in qualcosa di contrario quando cambieranno le condizioni ambientali?

Leggi di più

Ci siamo mangiati i bambini sbagliati?

E’ arrivato il tempo di rovesciare il ragionamento, il tema della trasformazione sociale della società e del suo rapporto con la democrazia, dovrebbe essere un compito di elaborazione primario, proprio per le forze che vogliono superare l’attuale modello di sviluppo dominante. Capitalismo e democrazia stanno giorno dopo giorno divorziando, la bandiera delle libertà e dei diritti sociali mai sconnessi da altri diritti è la nuova frontiera da scoprire, non per salvar l’esistente, ma per salvare l’umanità e le classi lavoratrici dell’era digitale, da un presente soffocante e senza prospettive di futuro e dignità umana.

Leggi di più

1 2 3 5