Il dibattito: alternanza scuola/lavoro, “dovremmo ricominciare a leggere”

Il dibattito: alternanza scuola/lavoro, “dovremmo ricominciare a leggere”

Leggo. Cerco informazioni. Voglio capire come funziona.

Alternanza scuola/lavoro.  Dare la possibilità agli studenti di conoscere, sperimentare l’ambiente lavorativo. Studiare e iniziare un percorso di avvicinamento al lavoro.

Mi piace? Non lo so. Ci sto ancora pensando.

I nomi di Lorenzo Parelli e Giuseppe Lenoci intanto si aggiungono ai nomi dei morti sul lavoro. Studenti/lavoratori. E la lista dei morti sul lavoro si allunga.

Alternanza scuola/lavoro. E cerco di capire, ragionare, comprendere. 

Studenti ai quali viene data la possibilità di conoscere e sperimentare il mondo del lavoro. Per crescere, maturare, avviarsi alla vita adulta.

Luoghi di lavoro. Contratti a termine. Lavori 8 ore ma ne segniamo 3. Orari senza orario. Stage non retribuiti anzi se mi dai un contributo ti ammetto. Molestie. Ti licenzio con un messaggio su whatsapp. Localizzo, delocalizzo e ops la fabbrica non c’è più.

Alternanza scuola/lavoro. Mentre cerco di capire cosa penso degli studenti al lavoro, aspetto. Aspetto proposta su datori di lavoro che vanno a scuola. Per imparare, conoscere, confrontarsi. E studiare. Studiare. Studiare. 

Alternanza allora sì. Scuola/lavoro. Alternanza perché i diritti dei lavoratori sono scritti sulla costituzione e su gli accordi sindacali. 

Dobbiamo solo ricominciare a leggere.

di Serena Damiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.